[Recensione programmi PCT gratuiti] Principe PCT – puntata 20. Iscrizione a ruolo in Cassazione

iscrizione a ruolo in cassazione

In questa guida n. 20 dedicata a Principe PCT, prodotto informatico della LegaliOnLine vedremo come iscrivere a ruolo un procedimento dinanzi alla Corte di Cassazione. Se non si dispone ancora di una copia di Principe PCT CLICCARE QUI.


Iscrizione a ruolo in Cassazione

PREMESSA

Per come noto l’art. 221 comma V del DL n. 34 del 19 maggio 2020, convertito in L 77/2020, stabilisce che “Nei procedimenti civili innanzi alla Corte di cassazione, il deposito degli atti e dei documenti da parte degli avvocati può avvenire in modalità telematica nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici. L’attivazione del servizio è preceduta da un provvedimento del Direttore generale dei sistemi informativi e automatizzati del Ministero della giustizia che accerta l’installazione e l’idoneità delle attrezzature informatiche, unitamente alla funzionalità dei servizi di comunicazione dei documenti informatici. Gli obblighi di pagamento del contributo unificato previsto dall’articolo 14 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n.115, nonché l’anticipazione forfettaria di cui all’articolo 30 del medesimo testo unico, connessi al deposito telematico degli atti di costituzione in giudizio presso la Corte di cassazione, sono assolti con sistemi telematici di pagamento anche tramite la piattaforma tecnologica prevista dall’articolo 5, comma 2, del codice di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n.82”.
Finalmente, dal 31/3/21, il PCT sarà attivo pure per la Corte di Cassazione, grazie alla legislazione d’urgenza di questo triste periodo emergenziale, anche se come FACOLTA’ e non per obbligo (Nei procedimenti civili innanzi alla Corte di cassazione, il deposito degli atti e dei documenti da parte degli avvocati può avvenire in modalità telematica). Resta valida, però, la classica modalità analogica di proposizione del ricorso per Cassazione (e del controricorso) così come, sempre dal 31/3, sarà possibile (e facoltativo) depositare gli atti endoprocessuali del grado di legittimità anche con modalità telematiche. Il pagamento del contributo unificato dovrà avvenire, in caso di iscrizione telematica, solo con modalità elettroniche ed il difensore potrà prelevare dal fascicolo telematico, attestandone la conformità, ai sensi dell’art. 16 bis comma XI bis DL 179/12, tutti gli atti ed i documenti depositati dalle parti e/o presenti nel fascicolo in formato elettronico.

Principe PCT, ovviamente, si è subito adeguato alla nuova modalità telematica di iscrizione. La procedura, come al solito, è semplice e lineare.


Iscrizione a ruolo in Cassazione

LA PROCEDURA CON PRINCIPE PCT

Dal menu principale selezionare ‘NUOVO DEPOSITO/NOTIFICA’. Nella finestra di pop up che apparirà, nel tab DATI PRINCIPALI, previa precisazione del ruolo del depositante (AVVOCATO) metteremo la spunta su ISCRIZIONE A RUOLO selezionando come Ufficio Giudiziario quello di ‘ROMA CASSAZIONE’ e come Registro, quello ‘CONTENZIOSO CIVILE CASSAZIONE’. Dovremo completare, poi, i tab CLIENTI e CONTROPARTI inserendo i nominativi delle parti in causa. Al fine di catalogare il deposito possiamo anche, in ALTRI DATI, inserire la pratica in un faldone virtuale già esistente oppure crearne uno nuovo.

Dopo aver cliccato su AVANTI, nella nuova finestra di pop up, potremo selezionare il tipo di atto introduttivo (RICORSO, CONTRORICORSO e CONTRORICORSO INCIDENTALE), caricare l’atto principale, la procura speciale (la nota di iscrizione viene generata in automatico), e compilare i dati con il valore del procedimento, annotando, poi, le informazioni relative alle notifiche dell’atto principale eventualmente eseguite a mezzo PEC (anche in Cassazione, quindi, con l’iscrizione telematica, sarà necessario caricare le ricevute di accettazione e consegna delle notifiche a mezzo PEC, con estensione .eml o .mgs). Principe PCT determina in automatico il contributo da pagare e può generare anche il modello F23 di pagamento telematico delle tasse processuali.

Nel tab DATI CASSAZIONE (freccia 1) sarà possibile precisare anche la particolare tipologia di atto introduttivo del processo di legittimità (es. regolamento di competenza, di giurisdizione, ecc). Dopo avere completato il caricamento degli atti, cliccando su VERIFICA sarà possibile controllare preventivamente la correttezza dei dati inseriti (freccia 2). Se è tutto pronto, si illuminerà il tasto INVIA (freccia 3) e potremo procedere alla trasmissione della busta.


Se non si dispone ancora di una copia di Principe PCT CLICCARE QUI. Se avete perso le precedenti puntate, usate i link che seguono:

Note a piè di pagina
  1. []
About Michele Iapicca 300 Articoli
Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Messina nel 2001. Ha svolto la pratica forense presso lo Studio Legale Provenzano in Cosenza, conseguendo l’abilitazione nel 2003. E’ iscritto all’albo dei Conciliatori presso la Camera di Commercio di Cosenza ed è attualmente Conciliatore presso lo stesso Ente. E’, altresì, iscritto nell’albo degli Arbitri presso la Camera Arbitrale ‘C. Mortati’ della CCIAA di Cosenza. Il suo nominativo è presente sia nell’albo dei difensori di ufficio che in quello del gratuito patrocinio per i non abbienti (nella sezione diritto civile). Si occupa prevalentemente di processo telematico, diritto civile, fallimentare, separazioni e divorzi, appalti, infortunistica in generale, recupero crediti ed esecuzioni, diritto tributario, consulenza specialistica ad imprese.