Come individuare il numero di ruolo e la prima udienza di una causa.

In questa guida vedremo come individuare il numero di ruolo e la prima udienza di una causa, disponendo solo dell’atto di citazione; vedremo, inoltre, come, usando alcuni caratteri speciali, è possibile individuare con maggiore precisione il fascicolo che ci interessa e chiederne, prima possibile, la visibilità. Il controllo ovviamente dovrà essere effettuato con l’aiuto dei PDA (Punti d’Accesso). Per approfondire il discorso sui PDA basta consultare la guida visitabile qui –> https://www.iapicca.com/2015/02/02/cosa-sono-i-pda-punti-di-accesso-e-come-si-usano-guida-pratica-ai-misteri-e-alle-potenzialita-dei-pda-nel-processo-civile-telematico/.

Una guida analoga (https://www.iapicca.com/2020/10/26/recensione-programmi-pct-gratuiti-principe-pct-puntata-18-cerca-la-prima-udienza-di-citazione-usando-i-caratteri-speciali/) è già stata realizzata per Principe PCT (scaricabile cliccando qui), programma sviluppato dalla LegaliOnLine che consente non solo di eseguire depositi telematici, ma anche di cercare la prima udienza di citazione senza usare i Punti d’Accesso.

Come individuare il numero di ruolo e la prima udienza di una causa, usando PST Giustizia.

Ovviamente è necessario autenticarsi al portale dei servizi telematici, accessibile all’indirizzo https://pst.giustizia.it, mediante SPID o CNS. Una volta all’interno dell’area riservata, scegliere la voce CONSULTAZIONE REGISTRI cliccando sul pulsante ACCEDI (v. foto in basso).

Come individuare il numero di ruolo e la prima udienza di una causa.

Dopo avere selezionato l’Ufficio giudiziario che ci interessa ed il ruolo, entreremo nella maschera che ci consente l’accesso ai nostri fascicoli personali. Per accedere alla ricerca dovremo cliccare sulla sottopagina ARCHIVIO FASCICOLI ed inserire nei parametri di ricerca, almeno le prime tre lettere del cognome (o della ragione sociale/denominazione) dell’attore, le prime tre lettere del cognome del convenuto e la data di citazione contenuta nell’atto che abbiamo ricevuto.

A volte succede che la ricerca non restitusca alcun fascicolo. Ciò capita perché non sempre chi iscrive a ruolo compila correttamente i dati anagrafici delle parti. Per evitare problemi conviene, dunque, raffinare la ricerca usando i caratteri speciali %%%, da inserire sia nella sezione Attore che in quella Controparte (v. immagine che segue). Il carattere speciale %%% ci permette di visualizzare tutti i fascicoli iscritti a ruolo per la medesima udienza di citazione, senza limitare la ricerca ai soli fascicoli con le ‘iniziali’ da noi indicate.

Come individuare il numero di ruolo e la prima udienza di una causa.

Come individuare il numero di ruolo e la prima udienza di una causa, usando il PDA Regione Toscana.

Ovviamente è necessario autenticarsi al PDA Regione Toscana, previa registrazione. Per questo ‘utilissimo’ PDA esiste già una guida completa (pubblicata qui –> https://www.iapicca.com/2021/02/07/organizza-lo-studio-gratis-con-il-pda-regione-toscana/) che illustra, passo passo, come registrarsi e come utilizzarla al meglio, anche per ricevere automaticamente tutti gli alert di cancelleria riferiti ai nostri fascicoli personali.

Anche in questo caso si accede al PDA Regione Toscana (https://www.giustizia.toscana.it/pda-rt/cancelleriatelematica/) previa autenticazione con SPID o CNS. Una volta all’interno dell’area riservata, dal menu a sinistra scegliere la voce FASCICOLI e poi RICERCA RUOLI (v. foto in basso). Anche in questo caso per una ricerca più completa è possibile usare i caratteri speciali (%%%).

Come individuare il numero di ruolo e la prima udienza di una causa.

Le medesime funzionalità sono ovviamente presenti anche su tutti gli altri PDA attualmente on line.

About Michele Iapicca 315 Articoli
Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Messina nel 2001. Ha svolto la pratica forense presso lo Studio Legale Provenzano in Cosenza, conseguendo l’abilitazione nel 2003. E’ iscritto all’albo dei Conciliatori presso la Camera di Commercio di Cosenza ed è attualmente Conciliatore presso lo stesso Ente. E’, altresì, iscritto nell’albo degli Arbitri presso la Camera Arbitrale ‘C. Mortati’ della CCIAA di Cosenza. Il suo nominativo è presente sia nell’albo dei difensori di ufficio che in quello del gratuito patrocinio per i non abbienti (nella sezione diritto civile). Si occupa prevalentemente di processo telematico, diritto civile, fallimentare, separazioni e divorzi, appalti, infortunistica in generale, recupero crediti ed esecuzioni, diritto tributario, consulenza specialistica ad imprese.