Anagrafe digitale: come scaricare (gratis) i certificati anagrafici

anagrafe digitale
Anagrafe Digitale

A partire dal 15 novembre, è possibile scaricare online, gratuitamente e in maniera autonoma, circa una decina di certificati (nascita, stato di famiglia, residenza, matrimonio, stato civile, cittadinanza, ecc) per sé o per i componenti della propria famiglia anagrafica, accedendo al portale predisposto dal Ministero dell’Interno, senza bisogno di recarsi allo sportello comunale. Si tratta di una novità che semplifica ancora una volta l’accesso ai sistemi informativi ed informatici della PA, consentendoci di richiedere certificati seduti comodamente a casa nostra. Vediamo come si fa.

Anagrafe digitale: come accedere.

L’anagrafe digitale è attiva sul sito https://www.anagrafenazionale.interno.it/ . Per accedere ai servizi riservati è necessaria un’autenticazione di tipo ‘forte’ cioè con SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta di identità elettronica) oppure con CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

Se vuoi sapere come aprire un profilo SPID puoi visualizzare questa guida https://www.iapicca.com/2017/03/05/come-aprire-un-profilo-spid/.

Per selezionare la modalità di accesso è necessario cliccare sul pulsante ACCESSO AI SERVIZI AL CITTADINO posto alla fine della HOME PAGE oppure cliccare qui https://www.anagrafenazionale.interno.it/servizi-al-cittadino/.

Per accedere con CIE è opportuno scaricare l’APP CIE sullo smartphone e tenere a portata di mano il PIN ricevuto al momento del rilascio. Per accedere con CNS occorre inserire una Carta nazionale dei servizi in un apposito lettore (o inserire un token USB nel PC) tenendo a portata di mano il PIN di accesso. Per accedere con SPID occorre cliccare sul pulsante Entra con SPID e selezionare il gestore della nostra identità digitale, per poi procedere con l’autenticazione tramite smartphone.

Prima di accedere, però, conviene verificare se il nostro Comune sia già presente nell’anagrafe digitale del Ministero (mancano solo 50 Comuni per avere una copertura al 100%). Per la verifica, basta inserire il nome del Comune che ci interessa nel form di ricerca presente sulla HOME PAGE (v. freccia bianca nella foto in basso)

Dopo l’autenticazione, sarà possibile eseguire le seguenti operazioni:

INSERISCI I TUOI RECAPITI – In questa sezione possiamo inserire i nostri recapiti per ricevere i certificati digitali (operazione da eseguire solo al primo accesso);

CONSULTA I TUOI DATI ANAGRAFICI – Per consultare i dati anagrafici e quelli della famiglia di appartenenza. È possibile anche richiedere e stampare autocertificazioni sostitutive dei certificati anagrafici.

RICHIEDI UN CERTIFICATO – Serve per richiedere certificati personali o familiari (cioè di appartenenti alla nostra famiglia anagrafica)

RICHIEDI LA MODIFICA DEI TUOI DATI – Serve per inviare una richiesta di rettifica dei dati anagrafici in caso di errori sulle informazioni presenti nella scheda anagrafica, dovuti ad omissioni materiali o ad errate trascrizioni rispetto a quanto riportato nei documenti reali.

Come chiedere i certificati.

Dopo avere cliccato sul pulsante RICHIEDI UN CERTIFICATO, dovremo precisare, anzitutto, se la certificazione riguarda il richiedente o un nostro familiare (inteso come appartenente alla nostra famiglia anagrafica).

In questa simulazione proveremo a chiedere certificati per i membri della nostra famiglia. Cliccando sul relativo pulsante, la pagina web ci restituirà l’elenco delle persone presenti nel nostro nucleo. In caso di errori e/o per richieste di rettifica, sarà necessario accedere alla sezione RICHIEDI LA MODIFICA DEI TUOI DATI nella pagina SERVIZI ATTIVI (SCRIVANIA).

Ci basterà, quindi, cliccare sulla FRECCIA posta accanto al nome del familiare di cui ci serve il certificato per accedere alla pagina che consente la selezione del certificato da scaricare.

Possiamo richiedere certificati anagrafici di nascita e matrimonio, di cittadinanza, esistenza in vita, residenza, stato civile, stato di famiglia, famiglia e stato civile insieme, stato di famiglia con rapporti di parentela. Per i certificati STORICI sarà sempre necessario recarsi in Comune. Possiamo poi scegliere la tipologia di rilascio tra: certificato in carta libera (ma solo selezionando le tassative modalità di esenzione, ad esempio per finalità processuali, per separazioni e divorzi, questioni di diritto di famiglia, ecc.) ovvero in bollo (attualmente in esenzione fino al 31/12/2021). Dopo avere selezionato la tipologia, possiamo già visualizzare il certificato in anteprima prima di scegliere come farcelo recapitare (per email, all’indirizzo da noi indicato nella sezione INSERISCI I TUOI RECAPITI; ovvero per scaricamento diretto in PDF), semplicemente cliccando sul pulsante ANTEPRIMA. In caso di errori, prima di estrarre il certificato, sarà necessario ritornare sulla SCRIVANIA e cliccare su RICHIEDI LA MODIFICA DEI TUOI DATI.

Solo dopo avere visto l’anteprima, sarà possibile cliccare sul pulsante OTTIENI CERTIFICATO.

Il pdf contenente il certificato, sarà munito di un codice QR univoco (v. freccia sopra) in grado di consentire il controllo, all’operatore che lo riceverà, della veridicità del documento.

Note a piè di pagina
  1. []
About Michele Iapicca 303 Articoli
Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Messina nel 2001. Ha svolto la pratica forense presso lo Studio Legale Provenzano in Cosenza, conseguendo l’abilitazione nel 2003. E’ iscritto all’albo dei Conciliatori presso la Camera di Commercio di Cosenza ed è attualmente Conciliatore presso lo stesso Ente. E’, altresì, iscritto nell’albo degli Arbitri presso la Camera Arbitrale ‘C. Mortati’ della CCIAA di Cosenza. Il suo nominativo è presente sia nell’albo dei difensori di ufficio che in quello del gratuito patrocinio per i non abbienti (nella sezione diritto civile). Si occupa prevalentemente di processo telematico, diritto civile, fallimentare, separazioni e divorzi, appalti, infortunistica in generale, recupero crediti ed esecuzioni, diritto tributario, consulenza specialistica ad imprese.