Aggiornato con gli ultimi aumenti del Decreto Legge 24 giugno 2014 n. 90.

A) Processo Civile

1) Procedimenti ordinari per i quali il contributo è determinato sulla base del valore della contesa (art. 13 DPR 115/2002 aggiornato con le leggi di stabilità 2012 e 2013)

Valore della Causa Contributo
Valore fino a € 1.100,00 € 43,00
Valore superiore a € 1.100,00 e fino a € 5.200,00 € 98,00
Valore superiore a € 5.200,00 e fino a € 26.000,00 € 237,00
Valore superiore a € 26.000,00 e fino a € 52.000,00 € 518,00
Valore superiore a € 52.000,00 e fino a € 260.000,00 € 759,00
Valore superiore a € 260.000,00 e fino a € 520.000,00 € 1.214,00
Valore superiore a € 520.000,00 € 1.686,00

NOTE:
1) Per questi procedimenti la parte che prima si costituisce, deve pagare una imposta di bollo di € 27,00 da apporre sulla nota di iscrizione (dal 31/10/12 compilabile solo in via telematica). Fanno eccezione i processi previsti dall’articolo unico della L.319\58 e successive modificazioni, e in quelli in cui si applica lo stesso articolo (cfr art. 30 Dpr 115\02 come modificato dal comma
323 della legge 311\04)
2) Ai sensi dell’art. 13 comma III bis del TU 115/02 il contributo unificato è aumentato della metà se il difensore omette di indicare nell’atto la propria PEC e il proprio numero di fax ai sensi dell’art. 126 comma I cpc, ovvero qualora è omessa l’indicazione del c.f. dell’istante
3) Con il pagamento del Contributo Unificato sono comprese anche le imposte di bollo dovute sulla procura alle liti, sull’atto di precetto, sull’atto di pignoramento, sull’atto di costituzione di parte civile, sulla relazione del CTU e del CTP, sulla tempestiva istanza di ammissione al passivo fallimentare, sul provvedimento comunque conclusivo del procedimento, sul mandato di pagamento emesso dal funzionario, sul decreto di pagamento del magistrato, sulle varie istanze presentate dalle parti, quali differimento, sospensione, estinzione, perenzione, ecc.. (Circ. Dip. Aff. Giust.13.5.02).
4) Il contributo deve essere integrato nell’ipotesi di modifica della domanda, di domanda riconvenzionale, di chiamata in causa o di intervento autonomo, indipendentemente dal fatto che a seguito della modifica consegua o meno un aumento di valore del procedimento. In tali ipotesi il relativo versamento deve avvenire per la prima udienza utile con onere a carco della parte che ha modificato la domanda iniziale (Cfr Circ. u.c.)
5) Il valore dei processi, determinato ai sensi del codice di procedura civile, senza tener conto degli interessi, deve risultare da apposita dichiarazione resa dalla parte nelle conclusioni dell’atto introduttivo, anche nell’ipotesi di prenotazione a debito. (Art. 14 comma 2 T.U. 115\2002)
6) In caso di omissione nella indicazione del valore, il contributo da versare è pari a quello previsto per lo scaglione massimo (Superiore ad € 520.000,00) di € 1.686,00 (Art.13 comma VI T.U. 115\2002).


2) Procedimenti ordinari per i quali il contributo è determinato in misura fissa

Processo di esecuzione Contributo
Procedimenti di espropriazione immobiliare € 278,00
Procedimenti di opposizione agli atti esecutivi € 168,00
Procedimenti esecutivi mobiliari di valore superiore ad € 2.500,00 € 139,00
Procedimenti esecutivi mobiliari di valore inferiore ad € 2.500,00 € 43,00
Procedimenti esecutivi per consegna, rilascio ee esecuzione obblighi di fare € 139,00
Procedimenti Fallimentari Contributo
Insinuazione tempestiva nel passivo fallimentare (Circ. 13/5/2002, n. 3) e
Insinuazione tardiva nel passivo fallimentare (Circ 13/12/06, n. 372/Q/06-6253).
esente
Istanza di chiusura del fallimento esente
Procedimenti in camera di consiglio del tribunale fallimentare € 70,00
Procedure fallimentari (dalla sentenza dichiarativa di fallimento alla chiusura) € 851,00
Procedimenti in materia di Separazione, divorzio, filiazione Contributo
Procedimenti di cui al Libro IV, Titolo II Capo I del codice di procedura civile (separazioni giudiziali e modifiche) e processi contenziosi di cui all’art. 4 L. 898/70 (divorzi contenziosi) € 98,00
Procedimenti di cui all’art. 711 del codice di procedura civile (separazioni consensuali) e per i procedimenti di cui all’art. 4 comma 16 della L. 898/70 (divorzi congiunti) € 43,00
Procedimenti riguardanti la prole esente
Procedimenti, anche esecutivi, di opposizione e cautelari in materia di assegni di mantenimento prole esente
Volontaria Giurisdizione Contributo
Procedimenti di interdizione ed inabilitazione esente
Procedimenti per la dichiarazione di assenza e morte presunta esente
Procedimenti relativi ai minori, agli interdetti e agli inabilitati esente
Procedimenti di rettificazione di stato civile esente
Altri procedimenti di volontaria giurisdizione € 98,00



3) Controversie individuali di lavoro e di previdenza e assistenza obbligatorie

Lavoro e previdenza Contributo
Controversie individuali di lavoro, nonché di previdenza ed assistenza obbligatorie, per soggetti titolari di un reddito IRPEF, risultante dall’ultima dichiarazione, INFERIORE ad € 31.884,48 esente anche nel contributo forfettizzato di € 27,00
Controversie di previdenza ed assistenza obbligatorie per soggetti titolari di un reddito IRPEF, risultante dall’ultima dichiarazione, SUPERIORE ad € 31.884,48 € 43,00
Controversie individuali di lavoro privato e pubblico per soggetti titolari di un reddito IRPEF, risultante dall’ultima dichiarazione, SUPERIORE ad € 31.884,48 Contributo come da Tabella 1 ridotto al 50% (v. importi di seguito)
Valore della Causa Contributo
Valore fino a € 1.100,00 € 21,50
Valore superiore a € 1.100,00 e fino a € 5.200,00 € 49,00
Valore superiore a € 5.200,00 e fino a € 26.000,00 € 118,50
Valore superiore a € 26.000,00 e fino a € 52.000,00 € 259,00
Valore superiore a € 52.000,00 e fino a € 260.000,00 € 379,50
Valore superiore a € 260.000,00 e fino a € 520.000,00 € 607,00
Valore superiore a € 520.000,00 € 843,00

4) Controversie di valore indeterminabile

Tipo di processo Contributo
Processi civili e amministrativi di valore indeterminabile € 518,00
Processi contenziosi di competenza esclusiva del Giudice di Pace € 237,00
Processi tributari di valore indeterminabile € 120,00

5) Procedimenti esenti dal contributo unificato
Insinuazione tardiva al passivo
Insinuazione tempestiva al passivo
Procedimenti per la dichiarazione di assenza e morte presunta
Procedimenti, anche esecutivi, di opposizione e cautelari, in materia di assegni per il mantenimento dei figli minori
Procedimenti riguardanti i figli minori
Procedimenti di rettificazione di stato civile
Procedimenti in materia tavolare
Procedimenti riguardanti la prole
Procedimenti, anche esecutivi, di opposizione e cautelari in materia di assegni di mantenimento della prole
Ricorsi avverso il diniego del diritto di accesso alle informazioni ambientali
procedimenti relativi all’affrancazione di fondi enfiteutici
Procedimenti relativi al risarcimento dei danni cagionati nell’esercizio delle funzioni giudiziarie
Procedimenti contro il decreto di espulsione dello straniero
Procedimenti per il recupero dei crediti professionali vantati dai difensori d’ufficio
Procedimenti in materia di equa riparazione per violazione del termine ragionevole dei processi (L. Pinto)
Procedimenti per la dichiarazione di assenza o di morte presunta
Procedimenti relativi ai minori, agli interdetti e agli inabilitati
Procedimenti relativi ai rapporti patrimoniali tra i coniugi
Esercizio dell’azione civile nel processo penale con richiesta di condanna generica dell’imputato
Procedimenti per correzione di errori materiali di sentenze e ordinanze
Procedimenti di revoca del decreti ingiuntivi ex art. 188 disp att
Accettazione di eredità con beneficio di inventario
Procedimenti sul contenzioso elettorale
6) Riduzioni ed aumenti

a) Il contributo unificato è ridotto del 50% per:

  • Procedimenti speciali previsti nel libro IV, titolo I (procedimenti sommari) del c.p.c.
  • Procedimenti per decreto ingiuntivo
  • Procedimenti di convalida di sfratto
  • Procedimenti cautelari e possessori
  • Procedimenti di accertamento tecnico preventivo
  • Procedimenti ex art. 702 bis cpc
  • Giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo
  • Giudizio di opposizione alla sentenza dichiarativa di fallimento
  • Procedimenti di opposizione alla sentenza dichiarativa di fallimento
  • Procedimenti di sfratto per morosità (il valore della causa si determina in base all’importo dei canoni non corrisposti alla data di notifica dell’atto di citazione per la convalida)
  • Procedimenti di finita locazione (il valore si determina in base all’ammontare del canone annuo)
  • Controversie individuali di lavoro o concernenti rapporti di pubblico impiego (v. tabella sopra)
    b) Il contributo unificato è aumentato del 50%:

  • Nei giudizi di impugnazione, di appello e di reclamo
  • Per i giudizi di impugnazione nei procedimenti amministrativi di cui al comma 6-bis dell’articolo 13 del T.U. sulle spese di giustizia (DPR 115/2002).
  • In caso di omissione nella indicazione della PEC, del numero di fax del difensore, e del codice fiscale della parte, negli atti civili, tributari ed amministrativi

c) Il contributo unificato è raddoppiato:

  • Nei processi dinanzi alla Corte di Cassazione
  • Nei procedimenti dinanzi alle Sezioni specializzate in materia di impresa e marchi


B) Processo Amministrativo

N.B. Importi aggiornati al Decreto stabilità 2013

Tipo di atto Contributo
Ricorsi amministrativi per il riconoscimento del diritto di cittadinanza, di residenza, di soggiorno e ingresso nel territorio dello Stato € 300,00
Ricorsi amministrativi avverso il diniego di accesso alle informazioni ambientali esente
Ricorsi amministrativi di esecuzione della sentenza o di ottemperanza € 300,00
Ricorsi amministrativi in materia di affidamento di pubblici lavori, servizi e forniture, nonché di provvedimenti delle Authority.
Scaglione 1) Cause di valore fino a € 200.000
€ 2.000,00
Ricorsi amministrativi in materia di affidamento di pubblici lavori, servizi e forniture, nonché di provvedimenti delle Authority.
Scaglione 2) Cause di valore tra € 200.000 ed € 1.000.000
€ 4.000,00
Ricorsi amministrativi in materia di affidamento di pubblici lavori, servizi e forniture, nonché di provvedimenti delle Authority.
Scaglione 3) Cause di valore superiore ad € 1.000.000
€ 6.000,00
Ricorsi avanti ai Tribunali amministrativi regionali e al Consiglio di Stato € 650,00
Ricorsi di cui al titolo V, libro IV del DLGS n. 104/2010 (riti abbreviati relativi a speciali controversie) € 1.800,00
Ricorsi per accesso agli atti e silenzio dell’amministrazione € 300,00
Ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica € 650,00

C) Processo Tributario

Scaglione di valore Contributo
Valore fino a € 2.582,28 € 30,00
Valore superiore a € 2.582,28 e fino a € 5.000,00 € 60,00
Valore superiore a € 5.000,00 e fino a € 25.000,00 € 120,00
Valore superiore a € 25.000,00 e fino a € 75.000,00 € 250,00
Valore superiore a € 75.000,00 e fino a € 200.000,00 € 500,00
Valore superiore a € 200.000,00 € 1.500,00

NOTA: l’art. 261 del DPR 115/2002 stabilisce che per i ricorsi in cassazione in materia tributaria il contributo si applica ancora nella misura prevista per il processo civile.

D) Processo Penale

L’esercizio dell’azione civile nel processo penale non è soggetto al pagamento del contributo unificato, se è chiesta solo la condanna generica del responsabile.
Se è chiesta, pure con provvisionale, la condanna al pagamento di una somma a titolo di risarcimento del danno, il contributo è dovuto in base al valore dell’importo liquidato e secondo gli scaglioni di valore. L’obbligo di pagamento sorge solo con l’accoglimento della domanda.

Commenta per primo

Lascia un commento