[Recensione programmi PCT gratuiti] Principe PCT – puntata 5: notifica a mezzo PEC

Come installare Principe su MAC

[Recensione programmi PCT gratuiti] Principe PCT – puntata 5:

Notifica a mezzo PEC

In questa quinta guida dedicata a Principe PCT, prodotto informatico della LegaliOnLine vedremo come fare semplicemente la notifica a mezzo PEC.
Se ancora non disponete di una copia gratuita di prova di Principe PCT CLICCATE QUI.

Se avete perso le precedenti puntate, usate i link che seguono:
[Recensione programmi PCT gratuiti] Principe PCT – puntata 1: presentazione ed installazione.
[Recensione programmi PCT gratuiti] Principe PCT – puntata 2: automazione controlli polisweb
[Recensione programmi PCT gratuiti] Principe PCT – puntata 3: creazione fascicoli e faldoni
[Recensione programmi PCT gratuiti] Principe PCT – puntata 4: agenda e sincronizzazione con Google calendar

Si tratta di un’altra funzione offerta da Principe PCT anche in versione gratuita.
Dal menu FILE, scegliere NUOVO DEPOSITO/NOTIFICA
notifica a mezzo pec


Apparirà una finestra di popup che richiede l’inserimento di alcuni dati.
Per eseguire la notifica a mezzo PEC inserire nel campo RUOLO la selezione AVVOCATO; spuntare nella checkbox la voce NOTIFICA A MEZZO PEC; selezionare infine l’ufficio giudiziario, il numero di ruolo della procedura ed il tipo registro.
notifica a mezzo pec


Cliccare su AVANTI o sulla scheda CLIENTE, per inserire i dati del proprio cliente, che Principe consente di prelevare anche in maniera automatizzata (prelevando il nome ed i relativi dati dall’anagrafica clienti del programma). Stessa operazione dovrà essere obbligatoriamente compiuta con i dati della o delle controparti, e del difensore di controparte (se presente)
notifica a mezzo pec


Apparirà, quindi, la schermata dedicata alla compilazione della relata di notifica (automatica) e per l’allegazione dei files (compresa, se necessaria, la procura alle liti).
Tutti i files inviati saranno sottoscritti con firma PaDes Bes, quindi i files inviati manterranno l’estensione PDF e saranno, quindi, subito leggibili dalla controparte (al contrario della firma CaDes che crea files con estensione .p7m leggibili con Dike Infocert o con altri programmi di decodifica).
Per allegare la procura alle liti basta cliccare sul pulsante sfoglia e prelevare il pdf della procura dal proprio PC.
Il programma ci consente di selezionare anche l’attestazione di conformità che dovrà seguire i files che notifichiamo. Dal menu a tendina possiamo selezionare COPIA INFORMATICA o COPIA CARTACEA (oppure fare in modo che l’attestazione cambi per ogni file che notifichiamo).
notifica a mezzo pec


Cliccando sul pulsante ANTEPRIMA, potremo visualizzare e, volendo, anche modificare la RELATA DI NOTIFICA sulla quale sarà impressa un’impronta SHA256 (ma non è più obbligatoria) dei files inviati.
notifica a mezzo pec


Dopo avere eventualmente modificato la relata di notifica, cliccando sul pulsante verifica, sempre che il programma non rilevi errori (nel qual caso gli stessi saranno evidenziati), una finestra di popup ci avviserà che il procedimento è completo. A quel punto sarà possibile spedire la PEC cliccando semplicemente su INVIA.
Per notificare, quindi, basta cliccare su INVIA.
notifica a mezzo pec


Terminato il procedimento di preparazione della PEC, il programma riassumerà l’esito delle operazioni in una nuova finestra ove, per l’ultima volta, avremo la possibilità di cambiare qualcosa o addirittura di annullare il procedimento (freccia ROSSA). Se invece è tutto pronto basta cliccare su CONFERMA LA SPEDIZIONE (freccia VERDE).
notifica a mezzo pec


Una finestra di alert darà conferma dell’avvenuta notificazione.
Facile, vero?

Se ancora non disponete di una copia gratuita di prova di Principe PCT CLICCATE QUI.

Se avete perso le precedenti puntate, usate i link che seguono:
[Recensione programmi PCT gratuiti] Principe PCT – puntata 1: presentazione ed installazione.
[Recensione programmi PCT gratuiti] Principe PCT – puntata 2: automazione controlli polisweb
[Recensione programmi PCT gratuiti] Principe PCT – puntata 3: creazione fascicoli e faldoni
[Recensione programmi PCT gratuiti] Principe PCT – puntata 4: agenda e sincronizzazione con Google calendar

About Michele Iapicca 247 Articoli
Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Messina nel 2001. Ha svolto la pratica forense presso lo Studio Legale Provenzano in Cosenza, conseguendo l’abilitazione nel 2003. E' stato premiato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Cosenza, con la Toga d’argento, nell'anno 2004. E’ iscritto all’albo dei Conciliatori presso la Camera di Commercio di Cosenza ed è attualmente Conciliatore presso lo stesso Ente. E’, altresì, iscritto nell’albo degli Arbitri presso la Camera Arbitrale ‘C. Mortati’ della CCIAA di Cosenza. Il suo nominativo è presente sia nell’albo dei difensori di ufficio che in quello del gratuito patrocinio per i non abbienti (nella sezione diritto civile). Si occupa prevalentemente di diritto civile, fallimentare, separazioni e divorzi, appalti, infortunistica in generale, recupero crediti ed esecuzioni, diritto tributario, consulenza specialistica ad imprese.