Processo Civile Telematico per Linux? Si, e funziona benissimo. Ecco la guida


Il Processo Civile Telematico è fruibile anche su piattaforme Linux.

La guida che mi è stata segnalata, si limita a illustrare l’aspetto prevalentemente tecnico del sistema, per il migliore utilizzo del PCT su piattaforme Linux.
La distro utilizzata nella guida è Xubuntu 12.04 LTS.

L’articolo premette, ovviamente, che il professionista sia dotato 1) di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC), 2) di un dispositivo smart card necessario per l’apposizione della firma digitale qualificata e per l’identificazione presso il sito istituzionale del Polisweb PCT, 3) di un software redattore/imbustatore e, infine, 4) di un client di posta elettronica (Outlook, Thunderbird, Evolution, Live Mail, ecc).

Per il momento esiste un unico applicativo disponibile per Linux (oltre che per Windows e Mac), assolutamente gratuito: si tratta di SL pct di Evoluzioni software, sviluppato per conto della Regione Toscana in linguaggio Java (cui sono dedicate queste pagine: Video Guida; Come configurare SLPCT; Presentazione del software SLPCT con links per download).

La guida ci consiglia anche l’uso di una particolare smart card: si tratta della Infocert (solitamente rilasciata dalle Camere di Commercio) in quanto effettua dei rilasci nativi per Linux (sotto forma di pacchetti deb testati su Ubuntu 10.04 e 12.04, a 32 e 64 bit) del suo software di firma (gratuito ma proprietario), DikeL.
E’ bene tenere a mente che DikeL, per il momento, supporta ufficialmente solo Ubuntu 10.04 e 12.04.

Sono utilizzabili in Linux anche le smart card rilasciate da Aruba, in quanto il software di firma Aruba Sign gira su tutti i sistemi operativi, compreso Linux 64 bit. Si tratta di un software scritto in Java, e perfettamente funzionante con le OpenJDK.

Infine, la ottima guida, disponibile qui http://linuxavola.blogspot.it/2014/07/processo-telematico-civile-su-linux-e.html?spref=fb ci aiuta passo passo nella configurazione.
Buon lavoro.

About Michele Iapicca 253 Articoli
Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Messina nel 2001. Ha svolto la pratica forense presso lo Studio Legale Provenzano in Cosenza, conseguendo l’abilitazione nel 2003. E' stato premiato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Cosenza, con la Toga d’argento, nell'anno 2004. E’ iscritto all’albo dei Conciliatori presso la Camera di Commercio di Cosenza ed è attualmente Conciliatore presso lo stesso Ente. E’, altresì, iscritto nell’albo degli Arbitri presso la Camera Arbitrale ‘C. Mortati’ della CCIAA di Cosenza. Il suo nominativo è presente sia nell’albo dei difensori di ufficio che in quello del gratuito patrocinio per i non abbienti (nella sezione diritto civile). Si occupa prevalentemente di diritto civile, fallimentare, separazioni e divorzi, appalti, infortunistica in generale, recupero crediti ed esecuzioni, diritto tributario, consulenza specialistica ad imprese.