Richiesta di differimento/sospensione contributi cassa forense del 31/12/13


Si trascrive un articolo pubblicato sul sito del Movimento Forense, preoccupante perché conferma la obiettiva difficoltà economica di tanti colleghi, ad oggi incapaci di pagare i contributi previdenziali.

Giunge notizia che alcuni Consigli dell’Ordine degli Avvocati abbiano deliberato, in via d’urgenza, di inviare una richiesta alla Cassa Forense affinchè venga sospesa e/o differita la scadenza del pagamento dei contributi posta al 31/12/2013.

A fondamento dei menzionati appelli all’ente previdenziale, viene portata la gravissima crisi economica che attanaglia il Paese ed anche l’Avvocatura, accentuata da frequenti casi di mancato pagamento da parte della clientela e dello Stato.

Il Movimento Forense ritiene di dover sostenere tali richieste ed iniziative, il cui accoglimento donerebbe a moltissimi Colleghi una parentesi di sollievo.

Ovviamente siamo consapevoli che sospendere e/o differire la rata di pagamento dei contributi scadenziata al 31/12/2013 non può costituire misura unica e sufficiente di sostegno alle difficoltà economiche degli Avvocati. Sappiamo bene che è assolutamente necessario ed indifferibile un serio ragionamento sul quantum e sulle modalità di pagamento degli oneri contributivi forensi, a partire dal 2014, allo scopo di elaborare un piano contributivo che sia concretamente sostenibile per gli Avvocati.

Tuttavia, la sospensione e/o il differimento della scadenza prossima del 31/12, costituirebbe un importante segno di solidarietà concreta e di presa d’atto dei reali problemi quotidiani di gran parte degli Avvocati.

Un segno, peraltro, promanante dall’Ente Previdenziale Forense, a sottolinearne natura e finalità.

Movimento Forense
http://www.movimentoforense.it/redazione/2013/12/26/il-movimento-forense-sostiene-la-richiesta-di-sospensionedifferimento-dei-contributi-alla-cassa-forense/

About Michele Iapicca 278 Articoli
Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Messina nel 2001. Ha svolto la pratica forense presso lo Studio Legale Provenzano in Cosenza, conseguendo l’abilitazione nel 2003. E’ iscritto all’albo dei Conciliatori presso la Camera di Commercio di Cosenza ed è attualmente Conciliatore presso lo stesso Ente. E’, altresì, iscritto nell’albo degli Arbitri presso la Camera Arbitrale ‘C. Mortati’ della CCIAA di Cosenza. Il suo nominativo è presente sia nell’albo dei difensori di ufficio che in quello del gratuito patrocinio per i non abbienti (nella sezione diritto civile). Si occupa prevalentemente di processo telematico, diritto civile, fallimentare, separazioni e divorzi, appalti, infortunistica in generale, recupero crediti ed esecuzioni, diritto tributario, consulenza specialistica ad imprese.

Commenta per primo

Lascia un commento