Cassazione, Civile, Lavoro

Art. 572 c.p. applicabile anche ai maltrattamenti sui luoghi di lavoro (Cass. 12517/12)

1

Il luogo di lavoro in alcuni casi può essere equiparato all’ambiente domestico e per questo eventuali maltrattamenti vanno equiparati a quelli che si subiscono in casa. È quanto afferma la corte di cassazione (sentenza n. 12517/2012) indicando in quali casi chi subisce vessazioni sul lavoro può ottenere la condanna ai sensi dell’articolo 572 del codice penale che prevede e punisce i maltrattamenti in famiglia. Secondo la Corte di Cassazione l’equiparazione si verifica in tutti quei casi in cui “il rapporto di lavoro e’ caratterizzato da famigliarita'” come ad esempio quando si pernotta nello stesso luogo e si consumano insieme i pasti. Insomma tutte le volte che c’è, in forza del rapporto di lavoro, una condivisione della quotidianità. Nel caso esaminato dai giudici di piazza Cavour la dipendente di un calzaturificio aveva subito delle vessazioni dai datori di lavoro ma la Corte ha escluso che “esistesse un rapporto di natura parafamigliare”. La corte fa notare che solo quando si registra sul luogo di lavoro “una assidua comunanza di vita” il maltrattamento può essere punito come se si trattasse di maltrattamenti in famiglia.
Fonte: StudioCataldi.it

About the author / 

Michele Iapicca

Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Messina nel 2001. Ha svolto la pratica forense presso lo Studio Legale Provenzano in Cosenza, conseguendo l’abilitazione nel 2003. E' stato premiato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Cosenza, con la Toga d’argento, nell'anno 2004. E’ iscritto all’albo dei Conciliatori presso la Camera di Commercio di Cosenza ed è attualmente Conciliatore presso lo stesso Ente. E’, altresì, iscritto nell’albo degli Arbitri presso la Camera Arbitrale ‘C. Mortati’ della CCIAA di Cosenza. Il suo nominativo è presente sia nell’albo dei difensori di ufficio che in quello del gratuito patrocinio per i non abbienti (nella sezione diritto civile). Si occupa prevalentemente di diritto civile, fallimentare, separazioni e divorzi, appalti, infortunistica in generale, recupero crediti ed esecuzioni, diritto tributario, consulenza specialistica ad imprese.

Related Posts

1 Comment

  1. antonio 9 maggio 2012 at 22:50 - 

    se guardate facebook al mio profilo Antnio Castoro, capirete che questo articolo serve solo a far perdere tempo inutile per chi subisce ed utile per chi lo applica, poiche alla fine nessuno dei due casi, uscirà vittorioso ….solo un caso su mille..il resto viene boicottato con massima facilità, e non solo, alla fine viene applicato l’archiviazione del caso per decorrenza termine e ‘al diavolo’ il cosidetto DANNO COLLATERALE …….e’ una gran carognata
    il datore di lavoro non appartiene alla famiglia, il datore di lavoro spreme fino all’inverosimile i suoi operai, e chi cade in questo imbuto infernale non ne esce che sconfitto…..in tutto

Leave a reply

You must be logged in to post a comment.

Links sponsorizzati

Links

Scarica gratis Iapicca.com App per Win 8

Links consigliati

Iscriviti alla Newsletter

Inserendo l'indirizzo email, si riceverà un messaggio di conferma prima della iscrizione alla newsletter MENSILE del sito iapicca.com. L'accettazione comporta l'adesione alle informative sulla riservatezza pubblicate in questa pagina http://www.iapicca.com/disclaimers/

Statistiche

  • © Studio Legale D.I.S. 2013
  • Contatti: Avv. Michele Iapicca
  • Aggiornato il: 1 settembre 2015
  • Visite: 30,467,484
  • Ultime 24 ore: 257
  • On-line: 0